Le amministrazioni locali protagoniste del Pnrr. Ecco le guide operative per le assunzioni di Comuni e Città metropolitane

16 febbraio 2022

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza vede i Comuni e le Città Metropolitane quali protagonisti attivi degli investimenti per la ripartenza del Paese. Tra gli strumenti messi a disposizione dal Governo per consentire la realizzazione dei progetti previsti rientra anche l’accelerazione delle assunzioni ad oggi consentite per procedere al necessario rafforzamento degli organici dopo un lungo periodo di drammatica riduzione del personale.

È stato questo il tema del webinar “Assunzioni per il Pnrr: regole ordinarie e straordinarie”, organizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, da Anci e dalla Fondazione iFEL, tenutosi per presentare il Quaderno operativo ANCI “Le nuove regole per le assunzioni”, lo strumento operativo contenente istruzioni tecniche, linee guida, note e modulistica per fornire un quadro d’insieme di tutte le regole vigenti per l'assunzione di personale.

Tra i temi affrontati durante il webinar il fondo di 30 milioni stanziato per le assunzioni di personale a tempo determinato per il potenziamento amministrativo dei Comuni con meno di 5.000 abitanti coinvolti nell’attuazione del PNRR, per i quali il Dipartimento della Funzione pubblica, in coordinamento con il Ministero dell’Interno e il MEF, sta predisponendo le linee guida per definire i criteri di ammissibilità delle domande che saranno raccolte su una piattaforma digitale.

Il Capo del Dipartimento della Funzione pubblica, Marcello Fiori, ha illustrato il piano formativo per i dipendenti pubblici, per cui è previsto 1 miliardo nei prossimi cinque anni. “I contratti prevedono che la formazione sia elemento fondante sia per le progressioni di carriera sia per una partecipazione o compartecipazione alla distribuzione del premio di risultato del salario accessorio. Si parte da lunedì 21 febbraio con la formazione digitale di base per tutti i 3 milioni e 200 mila dipendenti e prima dell’estate partiremo anche con la formazione sulla transizione ecologica”.

“Si è aperta un stagione nuova e questa deve vedere le amministrazioni locali come protagoniste”, ha continuato Fiori. Proprio in tale ottica è stata da poco costituita una cabina di regia permanente sul monitoraggio e l’attuazione delle misure del Pnrr, d’intesa con il Dipartimento degli Affari regionali e le Autonomie e con la partecipazione di rappresentanti del Ministero dell’Economia, del Dipartimento per le politiche di coesione, di Regioni, Province e Comuni.

Tags: comuni, PNRR
scroll