Trattamento di fine servizio (TFS) ai superstiti

Domanda: 

In caso di decesso dell’iscritto in attività di servizio, a chi spetta il trattamento di fine servizio (TFS)?

Risposta: 

I superstiti dei dipendenti pubblici ricevono il TFS, ovvero la Buonuscita be l'Indennità Premio Servizio maturata fino a quel momento.

Per quanto riguarda l’indennità premio di servizio (IPS), il TFS maturato fino a quel momento spetta nell’ordine:

  • al coniuge superstite;
  • agli orfani;
  • ai genitori;
  • a fratelli e sorelle, se a carico dell’iscritto;
  • agli eredi testamentari;
  • agli eredi legittimi.

Ogni categoria esclude quella successiva.

Per quanto riguarda la Buonuscita, il TFS maturato fino a quel momento spetta nell’ordine:

  • al coniuge superstite e agli orfani;
  • ai genitori;
  • a fratelli e sorelle, se a carico dell’iscritto;
  • agli eredi testamentari;
  • agli eredi legittimi.

Ogni categoria esclude quella successiva.

Nel caso di decesso dopo il collocamento a riposo, la somma maturata a titolo di indennità di TFS entra a far parte dell’asse ereditario come ogni altro bene, e deve essere corrisposta agli eredi legittimi e/o testamentari secondo le norme che regolano la successione.
 

Aggiornata il: 
07/10/2017 - 11:07