Ritiro della patente di guida scaduta

Domanda: 

Cosa avviene in caso di ritiro della patente scaduta?

Risposta: 

Chiunque guidi con patente la cui validità sia scaduta è soggetto alla sanzione amministrativa accessoria del ritiro della patente.

La patente scaduta viene inviata dall'organo di polizia alla Prefettura - Uffici Territoriali del Governo (U.T.G.) del luogo della commessa violazione. 

Per riavere la patente, il titolare (o altra persona munita di delega in carta semplice, sottoscritta dal titolare) pertanto dovrà recarsi in Prefettura UTG ed esibire una certificazione medica attestante l’idoneità alla guida.

Potrà così nuovamente guidare con la patente che gli viene restituita, accompagnata dal certificato medico attestante l’idoneità, in attesa che gli pervenga il nuovo documento di guida rilasciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: il documento scaduto, una volta ricevuto quello in corso di validità, dovrà essere distrutto.

Riferimenti normativi: Decreto Legislativo del 30 aprile 1992, n. 285 "Nuovo Codice della Strada" (articolo 126).

Aggiornata il: 
23/03/2017 - 15:00