Ricongiunzione dei contributi verso gestioni previdenziali dipendenti privati

Domanda: 

Quali sono i requisiti per ricongiungere i contributi verso gestioni previdenziali dipendenti privati?

Risposta: 

La riconguinzione dei contributi permette di di riunire, mediante trasferimento, tutti i periodi in un’unica gestione per l’ottenimento della pensione.

La ricongiunzione è onerosa. L’onere viene determinato in relazione alla collocazione temporale dei periodi ricongiunti ed alla loro valutazione ai fini pensionistici.

È possibile chiedere la ricongiunzione dei contributi in diverse gestioni previdenziali.

  1. Ricongiunzione nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD), gestito dall'INPS

È possibile ricongiungere presso il (FPLD) tutti i contributi esistenti nelle altre gestioni sostitutive, esclusive o esonerative dell’Assicurazione obbligatoria (cosiddette gestioni “alternative” quali Inpdap, Fondi speciali Ferrovie, Volo, Elettrici, Telefonici…) o nelle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi (Artigiani, commercianti e coltivatori diretti). Sono esclusi dalla ricongiunzione i periodi assicurativi presenti nella Gestione Separata dei parasubordinati.

La facoltà di ricongiunzione dei contributi provenienti dalle Gestioni speciali dei lavoratori autonomi può essere esercitata a condizione che l’interessato possa far valere, successivamente alla cessazione dell’attività come lavoratore autonomo, almeno cinque anni di contribuzione in qualità di lavoratore dipendente, in una o più gestioni pensionistiche obbligatorie.

  1. Ricongiunzione in fondi diversi dal Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD), gestito dall'INPS

Il lavoratore che possa far valere periodi di iscrizione:

  • nell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti dei lavoratori dipendenti;
  • in forme obbligatorie di previdenza sostitutive, esclusive od esonerative dell’assicurazione generale obbligatoria predetta;
  • nelle gestioni speciali per i lavoratori autonomi gestite dall’Inps.

può esercitare la facoltà di ricongiunzione presso la gestione in cui risulti iscritto all’atto della domanda ovvero nella gestione, diversa da quella di iscrizione, nella quale possa far valere almeno otto anni di contribuzione versata in costanza di effettiva attività lavorativa.

  1. Ricongiunzione per i liberi professionisti:
  • presso le varie casse di previdenza loro dedicate con quelli esistenti presso le gestioni obbligatorie di previdenza per i lavoratori dipendenti, pubblici o privati, o per lavoratori autonomi;
  • presso diverse gestioni previdenziali per liberi professionisti.

Prima dell'età pensionabile, la facoltà è esercitabile solo nella gestione presso cui si è iscritti al momento della domanda. È possibile la ricongiunzione in una gestione diversa da quella di iscrizione solo al raggiungimento dell’età pensionabile e solo se in tale gestione risultino almeno dieci anni di contribuzione continuativa, per effettiva attività.

Aggiornata il: 
08/10/2017 - 11:48