Passaporto: smarrimento o furto all'estero

Domanda: 

Cosa fare in caso di smarrimento del passaporto?

Risposta: 

In caso di smarrimento o di furto dei documenti di viaggio, l'Ufficio Consolare potrà emettere, previa autorizzazione dell'autorità italiana competente, un nuovo documento oppure rilasciare un documento di viaggio provvisorio ETD (Emergency Travel Document) conforme alla normativa europea, valido per il solo rientro in Italia o verso lo Stato di residenza permanente oppure, eccezionalmente, verso un'altra destinazione. In ogni caso, sarà necessario presentarsi presso l'ufficio consolare muniti, ove ammesso dalla normativa locale, della denuncia alle autorità locali, di due fototessera e di ogni altro documento (codice fiscale, tessera sanitaria, patente di guida, documenti emessi da altre amministrazioni, etc.) o di testimoni che agevolino l'ufficio consolare nella procedura di identificazione della persona. Si consiglia in ogni caso di conservare, in un luogo diverso da quello in cui si custodiscono i documenti originali, una fotocopia dei documenti più importanti (passaporto, carta d'identità, carta di credito) al fine di facilitare le procedure di assistenza.

Si informa che, nei giorni prefestivi e festivi, tale forma di assistenza potrebbe essere preclusa dalla chiusura degli uffici stessi e differita, tranne che in situazioni di comprovata emergenza, al primo giorno lavorativo utile.

Per ogni eventuale ulteriore informazione, si consiglia di consultare il sito a cura del MAE www.viaggiaresicuri.it.

Aggiornata il: 
02/05/2017 - 16:01