Autorizzazione al versamento dei contributi volontari

Domanda: 

Come fare per versare i contributi volontari?

Risposta: 

I contributi volontari sono utili a quei lavoratori che vogliono perfezionare i propri requisiti di contribuzione per raggiungere il diritto e per incrementare l'importo della propria pensione.

Possono richiedere di versare i contributi volontari i lavoratori che hanno cessato o interrotto l'attività lavorativa, inclusi gli iscritti alla Gestione Separata.

I contributi volontari versati per sé e per i familiari a carico possono essere indicati tra gli “oneri deducibili” in sede di dichiarazione dei redditi.

Per ottenere l'autorizzazione il lavoratore deve dimostrare di avere almeno 5 anni di contributi, indipendentemente dalla collocazione temporale dei contributi versati, o di almeno 3 anni di contribuzione nei cinque anni che precedono la data di presentazione della domanda.

I contributi volontari possono essere versati accedendo al servizio Versamenti volontari del Portale dei pagamenti Inps con le seguenti modalità.

  1. Pagamento dei bollettini MAV.
  • I bollettini MAV possono essere:
    • pagati presso qualsiasi sportello bancario senza costi aggiuntivi e presso tutti gli uffici postali, pagando la commissione postale vigente.
  1. Online, tramite la modalità “Pagamento immediato pagoPA”, che permette di versare i contributi utilizzando la carta di credito, di debito o prepagata oppure mediante addebito in conto.
  2. Avviso di pagamento pagoPA, che permette di versare i contributi presso qualsiasi Prestatore di Servizi di Pagamento (PSP) aderente al circuito “ pagoPA

In alternativa, è possibile pagare presso le tabaccherie aderenti circuito “Reti Amiche” che espongono il logo "Servizi Inps".

La domanda si presenta online sul sito Inps attraverso il servizio dedicato. Per l'accesso ai servizi online è necessario il possesso di un codice PIN rilasciato dall'Inps oppure di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

In alternativa, è possibile utilizzare uno dei seguenti canali:

  • Contact Center - attraverso il numero 803164 gratuito da rete fissa o il numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico;
  • Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.
Aggiornata il: 
24/07/2017 - 17:31