Il fascicolo sanitario elettronico

Il fascicolo sanitario elettronico (FSE) raccoglie in formato digitale tutte le informazioni e i documenti clinici relativi alle prestazioni erogate dal sistema sanitario per singolo paziente.

 

Il cittadino può scegliere di attivare il proprio Fascicolo Sanitario Elettronico per registrare e raccogliere i propri dati sanitari.  Le informazioni raccolte sono protette e riservate e solo il titolare può decidere di condividerle, per esempio con il medico di base. Lo scopo  è quello di favorire la continuità di cura, permettendo in situazioni di emergenza (esempio per un pronto soccorso o guardia medica/turistica) l'esatta valutazione della situazione clinica del paziente.

I dati contenuti

Nel fascicolo vengono automaticamente registrate le informazioni relative a:

  • ricovero ospedaliero; prestazione specialistica ambulatoriale;
  • prestazioni farmaceutiche; assistenza residenziale;
  • assistenza domiciliare;
  • accessi al Pronto Soccorso.

Il cittadino può inserire autonomamente altre informazioni e documenti clinici non presenti nel fascicolo es. referti di esami e visite effettuati in strutture non convenzionate. Il fascicolo contiene anche un documento sintetico aggiornato dal medico di base che riassume la storia clinica e la situazione corrente del paziente. 

Come attivare il Fascicolo sanitario elettronico

Alcune Regioni consentono l’attivazione del FSE on line se si è in possesso di una Smartcard (es. TSN-CNS: la nuova tessera sanitaria nazionale con microchip; Carta di identità elettronica), altrimenti è necessaria l’autenticazione del richiedente presso gli sportelli ASL abilitati.

Aree tematiche: